Il Partito della Sinistra Europea (EL) condanna la decisione del Senato brasiliano per mettere sotto accusa il presidente Dilma Rousseff.Questo licenziamento è l’ennesimo tentativo di dare legittimità al colpo di Stato , che è stato istituito per mesi, vero crimine contro la democrazia commesso dai settori più corrotti della politica brasiliana.

Nessuna prova è stata mai fornita dimostrare la veridicità di cattiva condotta presunta contro il presidente Dilma Rousseff. E ‘ben noto nel momento in cui 15 su 23 ministri del governo provvisorio e l’usurpatore presidente Michel Temer hanno essere stato accusato di corruzione e altri reati. Due terzi dei deputati e senatori in carica, lo stesso che ha deciso il licenziamento di Dilma Rousseff, si trovano nella stessa situazione.

Il colpo di stato mette Brasile nelle mani del settore finanziario e dei grandi gruppi economici, che non avrebbe accettato la sconfitta nelle ultime elezioni che ha dato la vittoria al candidato delle forze di sinistra Dilma Rousseff. Queste forze reazionarie stanno facendo di tutto per portare il Brasile per il periodo buio di autoritarismo e di imporre l’impunità per i loro crimini.

Il Partito della Sinistra Europea condanna questo colpo di stato e esprime la sua piena solidarietà con il presidente Dilma Rousseff e con le forze di sinistra che mobilitano e lavorano per creare una nuova alternativa democratica per il Brasile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Fill out this field
Fill out this field
Inserire un indirizzo email valido.

Menu