Con una maggioranza del 65,5%, il popolo italiano ha respinto il tentativo autoritario di riformare la Costituzione effettuato dal governo Renzi. ll No ha prevalso con il 59,1% dei voti (19.419.507 voti contro 13.432.208).

La riforma Renzi era stata approvata da un parlamento eletto con una legge, dichiarata successivamente incostituzionale dalla Corte Costituzionale, che nel 2013 diede al Pd il 55% dei seggi, con solo il 28% dei voti.

La riforma costituzionale è stata approvata senza alcun accordo con l’opposizione e anche contro la minoranza del suo partito.

Pertanto, il Partito della Sinistra Europea (PIE) dà il benvenuto alla vittoria del NO e alla sconfitta di questa riforma antidemocratica.

Il vincitore di questo referendum non è solo un partito o un movimento, ma una vittoria del popolo italiano, della democrazia. Ha vinto la Costituzione italiana e il suo spirito democratico contro un tentativo di sovvertirla ispirato dall’autoritarismo delle oligarchie.

Ci congratuliamo con Rifondazione Comunista, Altra Europa e le più grandi organizzazioni popolari della sinistra italiana, come la Cgil, l’associazione partigiani ANPI, l’ARCI e molte altre organizzazioni e cittadini della sinistra, che sono stati in prima linea nella campagna per il No. In nome della difesa della Costituzione nata dalla resistenza contro il fascismo.

E’ anche significativo il fatto che la stragrande maggioranza dei giovani ha respinto la riforma.

Nei prossimi giorni e ore, il nostro obiettivo sarà quello di sostenere il lavoro dei nostri compagni italiani per unire la sinistra che ha votato per il NO, per presentare al popolo italiano un’alternativa alle forze di destra e xenofobe e all’agenda neo-liberista di Renzi e del Partito Democratico .

vai sul sito dell’European Left 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Fill out this field
Fill out this field
Inserire un indirizzo email valido.

Menu